Studiosintesis | Fisioterapia e terapia cranio-sacrale (TCS)
16859
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16859,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Fisioterapia e terapia cranio-sacrale (TCS)

La Terapia Cranio-Sacrale affonda le proprie radici nella tradizione della medicina osteopatica, grazie al lavoro pioneristico dell’americano William Sutherland: si basa su osservazioni anatomiche, fisiologiche e cliniche ed utilizza la palpazione e le capacità manuali per indurre il corpo a riequilibrarsi e a guarire: viene eseguita una ricerca meticolosa delle tensioni anomale del sistema fasciale, per poi applicare le tecniche che aiutano a percepire i minimi movimenti biologici e a riconoscere quelle tensioni e alterazioni fasciali che sono state determinate da eventi patologici e traumatici. Questa tecnica aiuta ad individuare e rimuovere gli schemi che portano alla manifestazione di dolori e disturbi che impediscono o alterano la piena funzionalità dell’organismo. Le manipolazioni sono dolci e rilassanti e vengono effettuate a livello della testa, del bacino e della colonna vertebrale

... riequilibrio della persona vista nella sua globalità ...

La Terapia Cranio-Sacrale (TCS), favorisce il riequilibrio della persona vista nella sua globalità e attiva i processi di autoguarigione individuali ed è compatibile con altre tecniche terapeutiche.
La TCS può essere un valido supporto nel trattamento di problemi odontoiatrici e nella ottimizzazione delle terapia ortodontiche armonizzando la mobilità delle ossa del cranio, i movimenti a livello dell’articolazione temporo-mandibolare, l’occlusione.
Uno dei vantaggi della Tecnica Cranio-Sacrale è quello di essere una terapia efficace, ma non invasiva, che utilizza manipolazioni delicate tanto da poter essere applicata sia a soggetti molto giovani, che a persone anziane.